Per conoscerci meglio:

Pentella è…

è un’immensa campagna piantata di ciliegi, e più il là, immense campagne di patate, pomodori, carciofi e di ogni altro buonissimo frutto e ortaggio;

è la passione per il mondo contadino, per la terra, per le campagne rigogliose e per la continua ricerca delle cose migliori;

è il ricordo di lavorare tutti insieme nei campi, parenti e vicini, per le grandi raccolte, e poi sedersi insieme, intorno ad una tavola imbandita, di cose buone della terra;

è invitare a pranzo o a cena gli amici e preparare per loro in abbondanza, e solo prodotti di primissima qualità; è non preoccuparsi se a tavola si è in 5, 10 o 15: si prepara per tutti;

è esser sicuri che se sei in viaggio dalla Sicilia, sei un amico di famiglia e pensi di fermarti a dormire a casa, troverai la porta aperta;

è andare fino in Sicilia, scegliere l’uva dell’Etna, fare un vino eccezionale, da bere, poi, coi parenti e regalare agli amici;

è dare sempre il massimo, senza guardare a chi ha più appezzamenti di terra: li ha guadagnati col duro lavoro; è essere curiosi di capire perché il raccolto del vicino è venuto su, più rigoglioso;

è giocare da bambini tra i terreni aperti, quando i vicini non si preoccupavano di delimitare e di chiudere la proprietà con le cancellate; è sporcarsi e giocare nella terra senza il terrore degli insetti, senza preoccuparsi dei graffi sul corpo per le arrampicate sugli alberi; è il ricordo del nostro secchio di pomodori raccolto e portato in due, pienamente soddisfatti;

è fare insieme il pane, nel forno della nonna; e per non lasciarla a casa da sola, fare a turno, per andare in vacanza;

è aiutare tuo fratello ad ampliare la casa perché è in arrivo un altro figlio; è discutere con lui, ad alta voce, per quel carattere di cavolo che si ritrova e poi il giorno dopo, a fianco a fianco a caricare i mattoni;

è tuo cugino, che nei giorni di Natale lascia il suo supermercato, per venirti ad aiutare nel piccolo negozio di ortofrutta, perché è sorto un imprevisto e in quel momento, di aiuto ne hai più bisogno Tu;

è sedersi ad un tavolo per cercare di trovare una soluzione ai problemi del vicino, del parente o dell’amico;

è l’amore per la letteratura e la poesia di cui tuo fratello studiava all’Università, mentre Tu lavoravi nei campi;

è l’amore per il territorio e per il nostro patrimonio culturale ed agroalimentare, per le nostre tradizioni storiche e locali, e che vorremmo valorizzare insieme a Voi.